Milonga Hungaria e La clandestina, le due milonghe estive del Lido,  IMMAGINE

 

si abbracciano per offrirvi un weekend di ferragosto a tutto tango: sole, mare, notti stellate, fresca brezza marina e tanto tango vi aspettano per un weekend indimenticabile. 


Programma:

GIOVEDI 14 agosto

Dalle ore 20.15 alle 23:45 Milonga al Hotel Hungaria – Gran Viale S. M. Elisabetta, 28.
Milonga in stile milonguero: si balla all’ esterno sulla bellissima terrazza Liberty dello splendido Hotel Hungaria al Lido di Venezia. In caso di pioggia si balla nell’elegante salone interno.
Musicaliza DJ Carlo Carcano

Dalle ore 23.00 e “hasta que las velas no ardan” la Clandestina ospita l’after hour Hungaria e la milonga prosegue al Teatro Marinoni*, Lungo Mare d’Annunzio. (Ingresso dalla spiaggia alla destra dell’ ingresso al ex Ospedale al Mare. Seguite segnaletica e candeline)
Milonga tradizionale, clima rilassato e amichevole, gradite le risate ad alta voce.
Musicaliza TJ Evita (resident) e Dj l’Olandese Volante (ospite)

VENERDI
Durante il pomeriggio i maestri Miguel Sumaria ed Amparo Ferrari propongono il laboratorio “Tango Argentino, Danza de Improvisación”. (comunicazione, senso-percezione, meccaniche tradizionali d’improvvisazione, e creatività)
https://www.facebook.com/events/671386336276560/

Ultima “La clandestina” della stagione “y tiramos la casa por la ventana” – non mancate tangueros!
Dalle ore 21.00 e “hasta que las velas no ardan” al Teatro Marinoni*, Lungo Mare d’Annunzio. Ingresso dalla spiaggia alla destra dell’ ingresso al ex Ospedale al Mare. (Seguite segnaletica e candeline).
Alla consolle Tj Evita, proporrà una selezione di tandas degli autori della tradizione nelle versioni delle migliori orchestre. Bailan Amparo Ferrari e Miguel Sumaria. Come è oramai consuetudine, non mancheranno altre sorprese, con la regia di Amparo Ferrari.

E si finisce in bellezza con un bagno in mare dopo la Cumparsita!

Note sul Teatro Marinoni: si tratta di uno spazio riappropriato “da” e “per” la cittadinanza, dopo lunghi anni di abbandono, grazie alle persone che in questi tre anni si sono prese cura del Teatro e con grande sforzo lo hanno nuovamente reso disponibile alla cittadinanza.
C’è ancora tanto da fare, e mancano ancora i fondi per sostenere il ripristino della completa accessibilità dello spazio; siamo privi di acqua e disponiamo solo di bagni a secco nella zona adiacente, ma il pregio architettonico del teatro rende questo spazio un luogo di grande fascino. Tango Venice sceglie questa location perché rispecchia il pensiero sociale e politico della direzione della scuola. Il Teatro Marinoni, come d’altronde il tango stesso, è un luogo di aggregazione sociale, di inclusione, di autogestione condivisa e di preservazione della memoria storica e culturale di un popolo: salviamo il Teatro Marinoni dall’oblio, ridiamo vita al vecchio Ricreatorio pubblico!
Chi decide di partecipare appoggia questi ideali.
Il fascino della sala in cui danzeremo, sotto l’affresco marino di Giuseppe Cherubini, ha conquistato il nostro cuore, e sicuramente farà altrettanto con il vostro.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: