31.10

 

Bruja in argentina significa “strega” ed allora…. nella notte delle streghe… non potevamo farci mancare un’altra, magica più che mai, Clandestina!

Venerdì 31 Ottobre a grande richiesta e grazie all’entusiasmo di chi ha partecipato alle precedenti “Clandestine” sigue la milonga nella notte delle streghe, al Lido di Venezia, dalle ore 21 e fino “a que las velas no ardan”, balleremo nella bellissima sala affrescata del Teatro.

Alla consolle TJ Evita, proporrà una selezione di tandas degli autori della tradizione nelle versioni delle migliori orchestre.

Canta per noi Carola Nadal.

Non manchereranno le sorprese con la consueta regia di Amparo Ferrari.

Dress code Halloween, non troppo trash, non troppo halloween 😉

Ed è tempo di ufficializzare anche l’immancabile “after hour”, dopo la cumparsita di Tj Evita, per chi ha ancora voglia di continuare la festa, apriamo al pubblico questa sezione che fin ora è stata intima e riservata ad alcuni amici. L’after sarà un luogo di sperimentazione nella danza e nella musica, a partire sempre dell’idea di gioco e di ricerca della libertà. In questa fase è concesso sbagliare, avvicinarsi ai limiti, superare le barriere imposte socialmente, uno spazio di non giudizio, dove soprattutto ci si diverte. Benvenuti a tutti ballerini di tango e non… Parola d’ordine: giocare !!!!

La cornice sarà, come sempre, quella del Teatro Marinoni, uno spazio riappropriato da e per la cittadinanza, dopo lunghi anni di abbandono, grazie alle persone che in questi tre anni si sono prese cura del Teatro e con grande sforzo lo hanno nuovamente reso disponibile alla cittadinanza. C’è ancora tanto da fare, e mancano ancora i fondi per sostenere il ripristino della completa accessibilità dello spazio; siamo privi di acqua e disponiamo solo di bagni a secco nella zona adiacente, ma il pregio architettonico del teatro rende questo spazio un luogo di grande fascino.

Tango Venice sceglie questa location perché rispecchia il pensiero sociale e politico della direzione della scuola. Il Teatro Marinoni, come d’altronde il tango stesso, è un luogo di aggregazione sociale, di inclusione, di autogestione condivisa e di preservazione della memoria storica e culturale di un popolo: salviamo il Teatro Marinoni dall’oblio, ridiamo vita al vecchio Ricreatorio pubblico! Chi decide di partecipare appoggia questa missione. Il fascino della sala in cui danzeremo, sotto l’affresco marino di Giuseppe Cherubini, ha conquistato il nostro cuore, e sicuramente farà altrettanto con il vostro.
Ingresso a offerta libera, (suggerito minimo sindacale euro 5 😉
Gay friendly of course

www.clandestinalamilonga.com

Teatro Marinoni bene comune
Lungo Mare D’annunzio, Lido di Venezia.
Dalla stazione S. Lucia prendere il Vaporetto n. 5.2 per il Lido (oppure il n. 6 da Piazzale Roma). Scesi al Lido camminate lungo il gran viale fino alla rotonda finale e girate a sinistra in Lungomare D’annunzio fino al ex ospedale al Mare. Alla Vs. destra troverete l’ingresso alla spiaggia, entrate e seguite le candeline e il tappeto rosso :-). Bienvenidos a la Clandestina!10356218_10152776739113624_6216404625712994727_n

 

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: